Comunicato Stampa

Consiglio UGEIUGEI5 Marzo 2021
marsiglia-uomo-armato-scuola-ebraica-meteoweek.com-740_2.jpg

1min244

Marsiglia rivive l’incubo terrorismo, un uomo armato ha tentato di introdursi in una scuola ebraica marsigliese. Tempestivamente è arrivata la risposta della Polizia, che miracolosamente ha evitato la tragedia.

Dopo una prima resistenza, l’attentatore ha virato verso un negozio di alimentari kasher, in cui è stato definitivamente neutralizzato dalle Forze dell’Ordine.

La nostra più totale solidarietà e vicinanza alla Comunità Ebraica d’Oltralpe, la quale, in sintonia con la Police Nationale, che ringraziamo profondamente per il provvidenziale intervento, è stata costretta a rafforzare le disposizioni di sicurezza e sorveglianza.


Consiglio UGEIUGEI11 Febbraio 2021
Monica-Amore-e1613039698249.jpg

1min459

Neanche due settimane dopo il Giorno della Memoria, che un membro della maggioranza del Consiglio Comunale di Torino si macchia nuovamente di marcato ed evidente antisemitismo. Un rigurgito della solita vecchia teoria del complotto demo-pluto-giudaico-massonico, sinonimo di ignoranza e totale mancanza di cognizione di causa, che serpeggia pericolosamente tra alcuni elementi del Movimento sin dalla sua fondazione. È impressionante che la città di Primo Levi, Rita Levi Montalcini e prima Capitale d’Italia sia oggi accostata a episodi così ignobili e spregevoli.

L’Unione Giovani Ebrei d’Italia chiede al Movimento 5 Stelle di prendere una posizione netta e che questa si trasformi in azioni concrete, tra cui l’espulsione di Monica Amore dal Movimento e la richiesta corale di dimissioni della stessa dal Consiglio Comunale.


Consiglio UGEIUGEI27 Gennaio 2021
WhatsApp-Image-2021-01-27-at-18.17.43.jpeg

2min108

Il 27 Gennaio è la Giornata Internazionale della Memoria dell’Olocausto, data stabilita in occasione dell’anniversario della liberazione dei campi di sterminio di Auschwitz-Birkenau nel 1945.

Il periodo che stiamo attraversando è estremamente particolare per svariati aspetti, ma non per questo si può trascurare o banalizzare la Shoah. Deve essere ricordata come ogni anno, in ogni momento, cercando di comprendere il significato di ciò che è accaduto e di trasmetterlo alle prossime generazioni.

Il ruolo dei giovani sta diventando fondamentale, purtroppo i testimoni diretti ci stanno lasciando uno ad uno, lasciando un vuoto, che solo le coscienze dei giovani possono riempire. Oggi più che mai, è il momento di formare i “testimoni del futuro”, affinché questi portino avanti la lotta contro l’antisemitismo, contrastando il negazionismo e il revisionismo.

Viviamo in un Paese immerso nel passato, siamo circondati di riferimenti storici che quotidianamente ci ricordano di ciò che fu. Ma è proprio questo che giorno dopo giorno deve sollecitare la nostra attenzione e la nostra vigilanza. Solo conoscendo a fondo la nostra Storia, potremo combattere le nuove minacce che affliggono le comunità ebraiche nel Mondo.

L’obiettivo dell’UGEI, dunque, è quello di conservare la Memoria nel tempo e nello spazio, impegnandosi affinché il ricordo venga anche applicato, e non solo sacralizzato. Coniugato al presente, al futuro, e non solo al passato. Cosicché le nuove generazioni possano crescere conoscendo l’ombra della tragedia, ma traendo da essa la luce che solo la vita ci può donare.


Consiglio UGEIUGEI31 Dicembre 2020
DSC_7689.jpg-scaled-e1609558781240-1280x707.jpg

1min259

Dialogo. L’arte che induce le persone a scoprire quanto davvero abbiano in comune. Intenti e prospettive, ideali e percezione del mondo circostante. Elementi diversi per ciascun singolo, che tuttavia poggiano su valori comuni di fondamentale importanza. Quando questi emergono dal confronto onesto, rispettoso, produttivo e umile, solo allora si può dire di aver effettivamente dialogato. La conseguenza più dolce è una presa di coscienza cruciale per il nostro popolo: abbiamo diversi backgrounds, modi di pensare, approcci alle Mitzvot e alla nostra identità. Tuttavia, abbiamo altresì un’infinità di fattori in comune. Aspetti imprescindibili, che ci devono spingere a migliorare come gruppo umano, ai quali una testiera ed uno schermo non riescono a dar risalto. Il futuro dell’ebraismo italiano si deve costruire sul rispetto reciproco e la compattezza.

Remiamo tutti nella stessa direzione.

Vi auguro con tutto il cuore un 2021 ricco di approfondimento, cognizione di causa e curiosità. Profonda serenità e pace, coraggio, dedizione, amore incondizionato da trasmettere e ricevere. Più di ogni altra cosa, però, vi auguro equilibrio, nel senso più ampio di questo meraviglioso termine.

 

Simo


Consiglio UGEIUGEI20 Dicembre 2020
corte_di_giustizia_ue_2028654a20jpg1.jpg

2min304

É con grande sgomento che apprendiamo che Giovedì scorso la Corte di Giustizia dell’Unione Europea non ha sovvertito il divieto di macellazione kasher e hallal, istituito in Belgio nel 2017. Uno shock per le comunità ebraiche e musulmane, che avevano presentato negli scorsi mesi le loro argomentazioni a difesa della libertà religiosa, ma con riscontro negativo da parte delle Corte.

Dichiarando che tale provvedimento non è in contrasto con la Carta dei Diritti Fondamentali, la sentenza permetterebbe teoricamente a tutti i Paesi membri di condannare la Shechità, la macellazione rituale ebraica, privando tutte le comunità ebraiche di carne kasher.

L’avvocato generale Gerard Hogan ha dichiarato a Settembre che gli Stati Membri dell’UE “sono obbligati a rispettare le convinzioni religiose profondamente radicate degli aderenti alla fede musulmana ed ebraica, consentendo la macellazione rituale degli animali”.

Allo stesso modo, l’UGEI è allarmata da questa decisone, che renderebbe estremamente difficoltosa la permanenza degli ebrei in Europa. Con questa azione, la Corte di Giustizia ha dato il via libera per reprimere una delle regole chiave dell’ebraismo, lasciando un pericoloso precedente sulla violazione della libertà religiosa.

L’UGEI si appella alla Corte di Giustizia Europea, affinché revochi la sua posizione, e all’Unione Europea, perché continui a salvaguardare i diritti delle minoranze religiose, a seguito di una delle più gravi trasgressioni avvenute negli ultimi anni.

Infine, rivolgiamo la nostra solidarietà alla Federazione Belga delle Comunità Ebraiche (CCOJB) e all’Unione Belga degli Studenti Ebrei (UEJB), per questo grottesco e inconcepibile momento.



UGEI

L’Unione Giovani Ebrei d’Italia coordina ed unisce le associazioni giovanili ebraiche ed i giovani ebrei che ad essa aderiscono.


Contattaci