29 Maggio 20187min0

Regolamento di organizzazione

Capo II – Titolo I | Adesioni

Art. 8 Possono iscriversi all’UGEI, attraverso i gruppi federati o direttamente, nei casi previsti
dall’Art. 10, i giovani ebrei in età compresa tra i 18 ed i 35 anni, dimoranti in Italia, sottoscrivendo il presente Statuto e versando la relativa quota.

Art. 9 Ogni associazione giovanile ebraica operante in Italia ha diritto a federarsi all’UGEI se risponde ai seguenti requisiti:
a)    avere un numero minimo di iscritti ebrei tra i 18 ed i 35 anni;
b)    avere uno statuto democratico che non contrasti con quello dell’UGEI.

Art. 10 Per aderire all’UGEI le associazioni devono:
a)    sottoscrivere il presente Statuto;
b)    presentare domanda scritta di adesione al Consiglio Esecutivo almeno 30 giorni prima del Congresso, secondo quanto stabilito dalle norme applicative. L’iscrizione deve comunque essere ratificata dal Congresso ordinario.

Art. 11 Nel caso i singoli giovani ebrei non possano e/o non vogliano appartenere ad un gruppo federato
all’UGEI, né siano in grado di costituirne uno nuovo, possono aderire direttamente
all’UGEI. L’iscrizione ha validità fino al successivo Congresso ordinario.

Art. 12 L’esclusione del Gruppo federato o del singolo per sopravvenuto contrasto con il presente Statuto è disposta dal Congresso. Il Consiglio Esecutivo può deciderne la sospensione sino al Congresso successivo.

Art. 13 Organo sovrano dell’UGEI è il Congresso. Al Congresso partecipano con diritto di voto tutti gli iscritti all’UGEI, che ne abbiano fatto richiesta al Consiglio Esecutivo o alla Presidenza e che si siano presentati entro la prima giornata dei lavori. Chi non ha mai partecipato ad una attività dell’UGEI, per avere diritto di voto, deve farne richiesta al Consiglio Esecutivo entro quindici giorni dalla data del Congresso.

Art. 14  abrogato

Art. 15 Il Congresso in sede ordinaria è convocato dal Presidente almeno trenta giorni dall’apertura del Congresso, mediante comunicazione della convocazione nella sede dell’Unione, nelle Comunità Ebraiche, presso le sedi dei gruppi locali e mediante pubblicazione sul sito internet dell’UGEI.
Il Congresso in sede straordinaria è convocato dal Presidente su delibera, a maggioranza assoluta, del Consiglio Esecutivo, oppure su richiesta di almeno sessanta iscritti all’UGEI. La convocazione avviene mediante comunicazione nella sede dell’Unione, nelle Comunità Ebraiche, presso le sedi dei gruppi locali e mediante pubblicazione sul sito internet dell’UGEI almeno sessanta giorni dall’apertura del Congresso

Art. 16 La partecipazione al Congresso con diritto di voto è incompatibile con la carica di membro del Consiglio Esecutivo.

Art. 17 Spetta al Congresso riunito in sede ordinaria:
a)    discutere ed approvare la Relazione finale ed il Bilancio consuntivo presentato dal Consiglio Esecutivo unitamente alla Relazione del/i Revisore/i dei Conti;
b)    determinare l’attività futura dell’UGEI per il raggiungimento dei fini statutari, indicandone le modalità e i mezzi;
c)    discutere e deliberare su ogni questione che il Presidente, il Consiglio Esecutivo e gli aventi diritto al voto richiedano sia esaminata, previa inserzione nell’ordine del giorno come da Norme applicative;
d)    determinare la quota annuale dovuta da ciascun iscritto;
e)    determinare il numero ed eleggere il Consiglio Esecutivo ed i Revisori dei Conti;
f)     deliberare modifiche allo Statuto, ad esclusione degli artt.2 e 3, ed alle Norme applicative. Delibere riguardanti modifiche del presente Statuto possono essere prese limitatamente ai punti specificatamente indicati nell’avviso di convocazione.

Art. 18 Spetta al Congresso riunito in sede straordinaria:
a)    discutere e deliberare sugli argomenti all’O.d.G. così come formulati nella richiesta di convocazione;
b)    deliberare modifiche agli artt.2 e 3 del presente Statuto.
Il Congresso con una mozione motivata può rivedere la validità del mandato al Consiglio Esecutivo quando, in riferimento agli argomenti posti all’O.d.G., esistano gravi discordanze tra le delibere adottate in Congresso e le linee politiche seguite dal Consiglio Esecutivo stesso. In caso di revoca del mandato si procederà alle elezioni del nuovo Consiglio Esecutivo.
Per deliberare lo scioglimento dell’UGEI occorre la maggioranza dei due terzi del numero totale degli aventi diritto al voto previsti al Congresso. In caso di scioglimento il Congresso dovrà stabilire a chi verranno devolute le attività dell’Unione.

Art. 19 Validità delle sedute e deliberazioni del Congresso:
a)    il congresso si apre con la presenza di almeno venti partecipanti aventi diritto al voto. Per la validità delle sedute è necessaria la presenza di un terzo degli aventi diritto al voto, con un minimo di undici votanti.
b)    Il Congresso è sovrano e le sue delibere non sono limitate se non dal presente Statuto.
c)    Le delibere sono adottate a maggioranza degli aventi diritto al voto presenti.
d)    Per le modifiche alle norme applicative è necessaria la maggioranza assoluta degli aventi diritto al voto accreditati.
e)    Per le modifiche statutarie occorre una maggioranza pari ai due terzi del numero massimo degli aventi diritto al voto accreditati.
Art. 20 Presidenza del Congresso.
Il Presidente apre il Congresso per le operazioni di accreditamento degli aventi diritto al voto ed elezione dell’ufficio di Presidenza, a cui possono essere chiamati anche persone diverse dagli aventi diritto al voto, esclusi i membri del
Consiglio Esecutivo.
La presidenza deve dichiarare aperte e chiuse tutte le sessioni, far approvare l’O.d.G., condurre la discussione, assicurare l’osservanza dello Statuto e dei regolamenti, dare la parola, mettere le mozioni ai voti ed annunciare i risultati. La Presidenza decide sull’ammissibilità al voto delle mozioni d’ordine e può proporre l’aggiornamento o la chiusura di una discussione, o l’aggiornamento o la chiusura di una seduta.