Storia e ricetta delle tipiche “Orecchie di Aman”

אוזני-המן-מלית-פרג-1

HaTikwa, di Giorgia Calò

Golosi biscotti farciti tipici della festa di Purim, le Orecchie di Aman prendono il loro nome dallo Yiddish Hamantashen, “le tasche di Aman”, in ricordo dell’avidità del Primo Ministro del Re Assuero, che decise di sterminare tutti gli ebrei in un giorno che sarebbe stato estratto a sorte (Pur פור, in ebraico, vuol dire appunto “sorte”).

Ma Purim è una festa gioiosa, perciò si usano preparare questi biscotti, farciti con marmellata, cioccolato o frutta secca.

Ingredienti:

2 uova

125 gr di zucchero

65 ml di olio

250 gr di farina

1 cucchiaino di lievito in polvere

Preparazione:

Versare le uova in una ciotola e montarle insieme allo zucchero.

Aggiungere la farina, l’olio e il lievito e impastare per bene.

Una volta ottenuto un impasto liscio e omogeneo, stendere con l’aiuto di un mattarello. Attenzione a non tirare l’impasto troppo sottile.

Scaldate il forno a 180°, poi fare dei cerchi di pasta e farcirli al centro con una piccola quantità di marmellata o cioccolata, e infine chiudere tre angoli di pasta.

Infornare per circa 15-20 min.


UGEI

L’Unione Giovani Ebrei d’Italia coordina ed unisce le associazioni giovanili ebraiche ed i giovani ebrei che ad essa aderiscono.


Contattaci