8 Luglio 20214min640

Start Up e Innovazione: a Savona un nuovo ponte tra Italia e Israele

porto savona

 

“Nell’ambito dell’avvicinamento dei nostri due Paesi, dare spazio alle nuove generazioni contribuisce significativamente a rafforzare i rapporti professionali e di amicizia tra le imprese italiane e israeliane. L’esposizione a cui assistiamo oggi, infatti, rappresenta un virtuoso tassello di potenziale cooperazione e accrescimento per i giovani italiani.” Così ha esordito il Consigliere UGEI Joshua Bonfante, alla presentazione dell’evento “Viaggio nell’Innovazione fra Italia e Israele” tenutosi a Savona e organizzato dall’Associazione Italia Israele di Savona in collaborazione con la Provincia di Savona e l’Università di Genova.

Un’autentica passerella, composta da numerose giovani start up, italiane e israeliane, coinvolte nel settore della bio/med tech e della blue economy.

“Abbiamo eccellenze incredibili nelle nostre università, giovani geniali e abbiamo voluto dar loro voce, – ha affermato Cristina Franco, Presidente dell’Associazione Italia Israele di Savona – così come abbiamo voluto coinvolgere le aziende israeliane, attraverso il prezioso contributo del Dipartimento economico dell’Ambasciata di Israele in Italia, perché Israele rappresenta un’avanguardia e un faro nel mondo dell’innovazione tecnologica a 360 gradi”.

Alla presentazione sono anche intervenute svariate autorità pubbliche, a testimonianza dello straordinario rapporto che, tramite cooperazioni e scambi accademici, si è instaurato tra Liguria e Israele. Da Angelo Vaccarezza, Consigliere Regione Liguria, a Pierangelo Olivieri, Presidente Provincia Savona, fino a Raphael Singer, Ministro degli affari tecnologici e scientifici dell’Ambasciata israeliana in Italia, tutti hanno espresso con entusiasmo e ottimismo come dialogo e collaborazione siano la chiave per un ambiente dinamico e innovativo.

“Siamo quindi felici oggi di presentare per la prima volta in un evento pubblico Polifarma NEXT”,  – ha dichiarato in esclusiva per HaTikwa Andrea Bracci, Amministratore Delegato di Polifarma – il cui punto cruciale è lo sguardo ad Israele come luogo di nascita di molte delle innovazioni più disruptive e culla di tecnologie, startups e università più avanzate nel settore. Polifarma ha acquisito una finestra esclusiva sull’ecosistema di startup biomediche tramite il coinvolgimento di player locali per fare da ponte tra la Startup Nation e l’Italia.”

Inoltre, durante l’evento, abbiamo avuto l’opportunità di incontrare Ilan Misano, un giovane ebreo italiano emigrato in Israele, esperto di Telemedicina e MedTech della Italian Technion Association, che ci ha illustrato i motivi per cui è cresciuto così tanto l’interesse verso le startup israeliane.

“Sempre piú aziende si rivolgono ai case studies e tecnologie sviluppate in Israele. Le startup BioTech e MedTech della Startup Nation, orientate soprattutto alla Telemedicina, Digital Health e Digital Therapeutics, hanno raccolto $700M in finanziamenti nella prima parte del 2021, quasi quanto tutti gli investimenti raccolti nel 2020. – ha spiegato Ilan Misano – Le realtà italiane si stanno rendendo conto dell’importanza di stringere partnership internazionali per creare sistema ed innovare il settore Healthcare”

 


UGEI

L’Unione Giovani Ebrei d’Italia coordina ed unisce le associazioni giovanili ebraiche ed i giovani ebrei che ad essa aderiscono.


Contattaci




HaTikwa

Organo ufficiale di stampa dell’UGEI è HaTikwa, giornale aperto al libero confronto delle idee nel rispetto di tutte le opinioni.


Contattaci