5 Settembre 20202min201

Serbia e Kosovo in uno storico accordo riconoscono Gerusalemme Capitale d’Israele

Siamo gioiosi di riportare una magnifica notizia giunta lo scorso Shabbat: la Serbia e il Kosovo, tramite la mediazione degli Stati Uniti d’America, hanno ufficialmente  riconosciuto Gerusalemme come Capitale dello Stato d’Israele e hanno deciso di aprirvi le rispettive ambasciate.

 

“Un altro grande giorno per la pace” ha tweettato il Presidente USA Donald J. Trump, commentando lo storico accordo, che, tra l’altro, rende il Kosovo il primo Stato a maggioranza musulmana a intraprendere tale provvedimento.

 

Una decisione meravigliosa giunta poco dopo un altro evento stravolgente per il Medio Oriente: il primo volo diretto Tel Aviv – Abu Dhabi, con il permesso dell’Arabia Saudita, e successivamente del Bahrein, di volare attraverso il proprio spazio aereo.

 

Il riconoscimento di Gerusalemme capitale, inoltre, è avvenuto in seno anche ad altre manovre di portata epocale, come il riconoscimento del Kosovo da parte di Israele, ma soprattutto la normalizzazione delle relazioni economiche tra Serbia e Kosovo.

 

Una serie di cambiamenti annunciati direttamente dalla Casa Bianca e dal Presidente USA in persona, il quale ha comunicato nuovamente l’avvicinarsi di ulteriori concordati di simile portata.

 

L’UGEI esprime i suoi più vivi complimenti alle nazioni di Serbia e Kosovo, auspicando che questo possa essere un passo fondamentale verso la pace e la stabilità nei Balcani e che il loro atto possa essere di ispirazione a tutto il resto del Mondo.


UGEI

L’Unione Giovani Ebrei d’Italia coordina ed unisce le associazioni giovanili ebraiche ed i giovani ebrei che ad essa aderiscono.


Contattaci