22 Dicembre 20194min475

Il miracolo e i lumi

Hanukkah-RonAlmog

HaTikwa (M. Moscato) – I giorni di Chanukà sono otto. Chanukkà capita il 25 di Kislev. Quest’anno la prima sera capita domenica 22 dicembre dove accenderemo il primo lume della Chanukkià, il candelabbro.

Ma qual è il significato di Chanukkà ai nostri giorni?

Durante i giorni di Chanukkà ci sono alcune regole e tradizioni da rispettare che hanno come scopo quello di lodare Hakadosh Baruch Hu e per ricordare i miracoli che ha fatto per i nostri padri all’epoca il secondo Beth Amikdash.

In quel periodo, le condizioni spirituali del popolo ebraico erano molto difficili poiché il Regno Greco aveva decretato che il popolo ebraico non poteva più studiare la Torah e mettere in pratica le Mitzvot. Anche in mezzo al popolo nacquero delle persone che ormai non seguivano più la strada della Torah e delle Mitzvot per paura del decreto e alcuni cominciarono a profanare lo Shabbat e ad assumere le sembianze dei popoli vicini.

Così si risvegliò lo spirito degli Asmonei, pochi uomini valorosi che per far ritornare il popolo ebraico nella strada della Torah, sono riusciti a sconfiggere gli occupanti Grechi. Ebbero loro lo straordinario merito di rinnovare il Beth Amikdash. Ed ebbero loro l’ancor più straordinario merito di vedere realizzarsi il miracolo dell’ampolla d’oro che rimase accesa per otto giorni invece di uno solo, ovvero il tempo necessario per andare a trovare dell’olio puro.

Quali sono dunque le mitzvot di Chanukkà?

Ci sono numerose mitzvot da osservare durante i giorni di Chanukkà, in particolare:

-Accendere ogni sera i lumi della Chanukkià.
-Aggiungere “Al Anissim” nell’Amidà e nella Birkat Amazon.
-Leggere l’Hallel durante Shachrit.
-Durante gli otto giorni di Chanukkà è proibito fare un onoranza funebre (Esped) ed è proibito digiunare.
-Durante la prima mezz’ora dall’accensione della Chanukkià non si fa nessun lavoro domestico.
-Durante Chanukkà è tradizione mangiare cibi a base di latte e cose fritte nell’olio in ricordo dei miracoli di Chanukkà.

E come avviene l’accensione dei lumi di Chanukkà?

La mitzvà di accedere i lumi di Chanukkà è la mitzvà principale di Chanukkà, nonché il ricordo del miracolo dell’ampolla d’oro che doveva durare solo un giorno e che durò invece otto giorni.
E’ una grande mitzvá accendere i lumi a Chanukkà per il Pirsum Anes, ossia la manifestazione del miracolo. Hanno detto i nostri Maestri z”l nel trattato di Shabbat daf 23b che chi sta molto attento ad accendere i lumi di Chanukkà secondo l’halachà, avrà il merito di avere i figli studiosi di Torah come è detto nel libro dei Mishlè: “poiché il lume della mitzvà e della Torah è luce” e spiega Rashi che attraverso il lume della mitzvà viene la luce della Torah.

Hag Sameah a tutti!


UGEI

L’Unione Giovani Ebrei d’Italia coordina ed unisce le associazioni giovanili ebraiche ed i giovani ebrei che ad essa aderiscono.


Contattaci