8 Gennaio 20203min657

I giovani incontrano Aron Di Castro

ARON

HaTikwa, di Bruno Sabatello

Martedì 7 gennaio si è tenuto, nella Sala del Consiglio della Comunità Ebraica di Roma, l’incontro con l’imprenditore israeliano Aron Di Castro, direttore della start-up Waze, organizzato da Delet e dalla Consulta.

Ad aprire la serata è stato un breve video del Prof. Scott Galloway, docente di marketing alla New York University, sul quale Aron ha commentato: “Pensare di poter seguire le proprie passioni a volte non basta. Bisogna chiedersi in cosa si è bravi, per cosa si è portati, e soprattutto cosa può recarci gioia e soddisfazione nel lavoro, giorno per giorno.”

Dopo una breve presentazione nella quale ha raccontato brevemente la sua vita, dalla Alyiah, percorso che accomuna diversi giovani delle nostre comunità, fatta nel ’98 al percorso universitario alla Bar Ilan dove si è laureato in Scienze Politiche e Comunicazione, parlando brevemente anche di alcuni momenti di difficoltà nel bilanciare le sue ambizioni da neolaureato e le richieste del mercato del lavoro.

Le sue aspirazioni, dopo le prime difficoltà, lo portano nel 2008 ad essere assunto da Google nello stabilimento israeliano nel quale ha lavorato per 9 anni, per poi trasferirsi in California proseguendo il suo rapporto con il colosso statunitense, che controlla anche Waze, dove oggi lavora, per la quale svolge la funzione di Director Global Business Development & Partnerships.

Prima dell’aperitivo offerto da Delet c’è stato un breve spazio per le domande nel quale ha trattato diversi temi: dalla mancanza di competitività del mercato italiano rispetto a quelli israeliano e americano alle particolarità che li contraddistinguono, fino a parlare dei momenti più difficili affrontati durante la sua carriera.

Nell’ultima parte della serata c’è stato il tempo per approfondire il discorso di Skilled Program, un’programma di formazione intensiva di due settimane, totalmente gratuito, che offre ai giovani Olim la possibilità di conoscere il mondo dell’Online Marketing e fare pratica diretta grazie agli insegnamenti dei numerosi ospiti presenti all’interno del programma.

Il programma, arrivato alla seconda edizione, ha solamente 30 posti disponibili, e come ha anticipato ai presenti, “a meno di una settimana dall’apertura delle iscrizioni per l’estate 2020 il programma ha già 24 iscrizioni da 13 paesi diversi”. Per iscriversi o per ulteriori informazioni è sufficiente consultare il sito www.skilledprogram.org.