5 Maggio 20202min304

Dialogo, condivisione e scambio di opinioni: la “cena virtuale” Iftar

WhatsApp Image 2020-05-04 at 23.55.10

HaTikwa, di Giulia Santoro

 

Dialogo, condivisione e scambio di opinioni: ieri ho avuto l’occasione di partecipare insieme a due consiglieri dell’UGEI e a Luca Spizzichino membro della redazione di Hatikwa, alla “cena virtuale” Iftar.

Ci siamo riuniti per via telematica con il presidente dell’Istituto Tevere di Roma: Cenap Aydin e con 8 giovani musulmani, in occasione dell’Iftar: la fine del digiuno quotidiano del Ramadan. È stato un incontro molto intenso: i ragazzi hanno condiviso con noi la loro esperienza spirituale dandoci la possibilità di porre loro domande e curiosità e di instaurare un bellissimo dialogo all’insegna del confronto.

Ho trovato molto interessante il fatto che si sia parlato del mese del Ramadan collegandolo con il concetto di sacrificio e riflettendo più a fondo, ho capito pienamente a cosa si riferisse: si tratta di rinunciare alle piccole comodità ed ai desideri, ritrovando una dimensione più introspettiva e spirituale dell’esistenza.

In questo periodo molto difficile per l’umanità, durante il quale l’essere umano è confinato tra due mura, la solitudine e le insicurezze possono prendere il sopravvento inducendoci a volte a smarrire noi stessi. In quanto giovane ebrea, in questo periodo dell’Omer che dura 49 giorni, sto ritrovando quella serenità e speranza che erano andate perdute tra quelle bianche mura.

Ogni sera mi ritrovo a contare queste giornate effimere, fuggenti, nell’attesa di Shavuot: giorno nel quale ci sono state concesse le Tavole della Legge, un momento fondamentale per l’umanità.


UGEI

L’Unione Giovani Ebrei d’Italia coordina ed unisce le associazioni giovanili ebraiche ed i giovani ebrei che ad essa aderiscono.


Contattaci