Ricerca

Consiglio UGEIUGEI11 Gennaio 2021
vaccino-1151x768-1.jpg

1min741

di Gavriel Hannuna

 

Pfizer/BionTech e Moderna sono riusciti a produrre i primi vaccini ad mRNA mai approvati. Prima di spiegare come funzionano, è necessario sapere che cosa sia l’mRNA, o RNA messaggero: si tratta di una molecola che funge da istruzione per la produzione di proteine. L’informazione iniziale risiede nel DNA, che viene conservato gelosamente nel nucleo delle nostre cellule. Ogni volta che dobbiamo sintetizzare delle proteine, delle macchine molecolari (enzimi) entrano nel nucleo e si preoccupano di copiare la parte rilevante di DNA in un filamento di RNA. Uscito dal nucleo, e pronto per iniziare a costruire le proteine, questa molecola è leggermente diversa da quella iniziale, e si chiama mRNA. A questo punto, la nostra cellula manda un altro enzima per tradurre le informazioni di questa molecola in vere e proprie proteine, e una volta terminato il processo di traduzione, l’mRNA viene degradato.


Consiglio UGEIUGEI15 Dicembre 2020
krapfen-fritti-alla-crema-bimby.jpg

1min574

di Giorgia Calò

 

Non esiste festa di Chanukkà senza le Suvganiot, tipiche bombette fritte e poi farcite che, in questi casi, non possono mai mancare sulle nostre tavole.

La tradizione di mangiare le Suvganiot, come dolci tipici di Chanukkà, rimanda al miracolo dell’ampolla d’olio con cui venne accesa la Menorah nel Tempio di Gerusalemme, saccheggiato dai Greci.

Dopo la riconquista del Tempio e la sconfitta degli ellenici da parte della rivolta guidata da Giuda Maccabeo, gli ebrei vollero riconsacrare l’altare del Tempio di Gerusalemme. Tra le ampolle d’olio necessarie alla consacrazione, ne fu trovata solamente una con dentro olio puro; sarebbe dovuta durare un solo giorno, è invece durò ben 8 giorni. Da qui la tradizione di mangiare cibi fritti.


Consiglio UGEIUGEI29 Novembre 2020
ossigeno.jpg

1min488

di Gavriel Hannuna

 

Pochi giorni fa, lo scienziato israeliano Shai Efrati, docente all’Università di Tel Aviv, ha annunciato di aver “invertito l’invecchiamento” delle cellule sanguigne di un gruppo di uomini e donne, dai 64 anni in su. Efrati ha pubblicato l’articolo contente i dati della sua ricerca sulla rivista Aging, suscitando un grande interesse tra i membri della comunità scientifica.



UGEI

L’Unione Giovani Ebrei d’Italia coordina ed unisce le associazioni giovanili ebraiche ed i giovani ebrei che ad essa aderiscono.


Contattaci