Blog

Bring to the table win-win survival strategies to ensure proactive domination. At the end of the day, going forward, a new normal that has evolved from generation.
Consiglio UGEIUGEI3 Dicembre 2020
piattelli-1280x740.jpeg

1min79

di Michelle Zarfati

 

Oggi parleremo di un romanzo davvero interessante, profondo ma al tempo stesso leggero: Resta ancora un po’ dell’italo-israeliana Ghila Piattelli, edito da Giuntina.

L’autrice ci racconta di un sentimento che tutti noi conosciamo, che custodiamo dentro di noi e proteggiamo dalle brutture del mondo, un rapporto molto speciale: quello con la nostra nonna. I nonni sono coloro che ci amano incondizionatamente e ci osservano senza mai scorgere difetti in noi; che ci proteggono giustificandoci, accettandoci per ciò che siamo. Si tratta di un rapporto diverso da quello genitoriale, fatto di amore incondizionato. È un legame che viene portato avanti attraverso le tradizioni che ci legano al nostro passato.


Consiglio UGEIUGEI2 Dicembre 2020
foto_elena_sofia_ricci_montalcini-min-1280x720-1.jpg

1min137

di Susanna Winkler  

 

A quasi otto anni di distanza dalla sua scomparsa, avvenuta il 30 dicembre 2012, il 26 novembre scorso è andato in onda su Rai Uno il film Rita Levi-Montalcini, diretto da Alberto Negrin. Magistralmente interpretato da Elena Sofia Ricci, il biopic racconta il momento culminante nella carriera della famosa scienziata, dalla consegna del Premio Nobel per la Medicina nel 1986 al suo rientro in Italia quando, per la sua notorietà, inizia ad essere travolta da lettere di aiuto inviatele da persone in gravi condizioni di salute. Anche in un documentario trasmesso sempre dalla Rai nel 2019 dedicato alla sua figura, Paolo Mieli afferma che la Montalcini “diventerà un personaggio molto amato e molto conosciuto dal pubblico italiano. […] Era, nel campo della scienza e in quello internazionale, una personalità fra le più stimate dell’intero Novecento.”


Consiglio UGEIUGEI29 Novembre 2020
ossigeno.jpg

1min309

di Gavriel Hannuna

 

Pochi giorni fa, lo scienziato israeliano Shai Efrati, docente all’Università di Tel Aviv, ha annunciato di aver “invertito l’invecchiamento” delle cellule sanguigne di un gruppo di uomini e donne, dai 64 anni in su. Efrati ha pubblicato l’articolo contente i dati della sua ricerca sulla rivista Aging, suscitando un grande interesse tra i membri della comunità scientifica.


Consiglio UGEIUGEI24 Novembre 2020
lia-levi-1280x820.jpeg

1min176

di Michelle Zarfati 

 

Esistono scrittori in grado di raccontare la storia con estrema delicatezza. Lia Levi è una di queste, e il suo ultimo romanzo Ognuno accanto alla sua notte, pubblicato dalle Edizioni E/O, ne è la prova lampante. Un altro tassello che va ad aggiungersi alla sua produzione letteraria, che da anni ormai fa divulgazione storica, soprattutto tra i ragazzi, attraverso una scrittura profondamente evocativa, capace di insegnare le atrocità che hanno segnato gli ebrei durante il secondo conflitto mondiale con estremo candore.