Ugei.2017, le idee crescono se condivise

idee

“C’è tanta energia, ci sono tante idee e circolazione. Il Consiglio è nel suo complesso molto ben assortito e lascia quindi ben sperare per il futuro. Sono ottimista”. Così Ariel Nacamulli, romano, confermato nelle scorse ore alla guida dell’Unione Giovani Ebrei d’Italia anche per il 2017. “Quello in arrivo – prosegue – è per l’Ugei un anno molto importante. Vogliamo tornare a fare politica attiva, ad essere ancora di più luogo di incontro e di aggregazione. Servirà l’impegno di tutti, nelle piccole come nelle grandi comunità”.

La riunione di assegnazione delle cariche, svoltasi ieri a Bologna nei locali della Comunità ebraica, sede due settimane fa del Congresso nazionale Ugei, ha portato Nacamulli ad assumere il coordinamento delle attività su Milano (città in cui studia) e delle associazioni giovanili ebraiche. Tre i vicepresidenti designati: Giorgio Berruto, con la responsabilità su Hatikwa e sito; Ruben Spizzichino, responsabile politico, comunicazione e rapporti internazionali; Filippo Tedeschi, dialogo interreligioso e Memoria. In Consiglio anche Elena Gai (Tesoriere e coordinamento Roma), Matteo Israel (Piccole Comunità) e Benedetto Sacerdoti (Coordinamento giovani nelle Commissioni UCEI).

Da Moked.it


«

»