sharon reichel

Consiglio UGEIConsiglio UGEI24 luglio 2011

2min80

Come si noterà da questa pagina le attività di questo mese dell’Ugei si delineano all’insegna del dialogo. Chiunque abbia partecipato anche solo una volta ai congressi Ugei sa quanto siano animati gli scambi di idee e opinioni fra i partecipanti. Durante l’anno è compito morale del consiglio continuare a sollevare i temi affrontati durante il congresso e stimolare il dialogo, gli incontri e gli scontri. La scelta dell’attività del cineforum a Roma, di cui si trova la cronaca in questa pagina, nasce proprio dalla volontà di stimolare la riflessione e il confronto su temi chiave quali la memoria e il rapporto con “il nemico”, argomenti che acquistano ulteriore significato se esaminati in rapporto ad Israele. La discussione pubblica su questi temi contribuisce alla definizione di un’identità, quella ebraica, che si nutre di complessità e sfaccettature.

La costruzione della nostra identità di ebrei italiani si protrae nella ridefinizione della società in cui viviamo, da qui la scelta di collaborare con il Coreis per il progetto “I Giovani e il Futuro”, che ha ricevuto il riconoscimento istituzionale della Targa del Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano in cui ci si trova a discutere sul ruolo delle minoranze religiose in Italia e ancora ad affrontare il delicato e attuale tema dell’immigrazione con il Forum Nazionale del Pd.

Questi momenti nascono dalla necessità di dialogo, di uno scambio di opinioni diverse visto come fattore chiave per incidere sulla realtà comune.


Consiglio UGEIConsiglio UGEI24 luglio 2011

2min80

Luglio è tempo di pianificare le vacanze. HaTikwa vi offre la possibilità di gettare uno sguardo sul più grande evento estivo ebraico la Summer University e sul rinnovo del consiglio EUJS ma anche di pianificare una domenica insieme ad Ugei ed Efes 2 in quel di Milano. Una bella attività per salutarci prima di partire, chi alla volta di Israele chi in giro per il mondo. La speranza è che ci portiate con voi sotto l’ombrellone o in montagna dove potrete leggere parte dell’intervista ad A.B. Yehoshua pubblicata su questa pagina, troverete la conclusione sul sito del nostro giornale.

Mi permetto di esprimere il grande orgoglio per questa opportunità e la mia gratitudine e stima nei confronti di Benedetto Sacerdoti e di Emily Roubini che hanno raccolto le parole dello scrittore israeliano. Senza lo spirito di iniziativa dei due non avremmo l’intervista.

Questa pagina arriva mentre il consiglio Ugei 2011 si trova a metà del suo mandato. La speranza è quella di avervi fatto divertire, ragionare, discutere e di avervi fatto sollevare. Le opinioni nell’ebraismo italiano, si sa, sono tante e a volte discordi ma il fascino di questo mondo è proprio la sua fluidità, la capacità di trasformare i motivi di scontro in momenti di dialogo. La voglia di partecipare e la necessità di esprimere un’opinione sono i pilastri su cui si fonda l’esperienza all’interno dell’Ugei. Rinnoviamo quindi l’invito a coloro che volessero collaborare con Hatikwa a mandarci i loro spunti, opinioni e suggerimenti. Del resto si tratta di “un giornale aperto al libero confronto delle idee”. Vi aspettiamo da Agosto.


Manuel Kanahmanuel1 maggio 2011
idea.jpg

2min110

Ci risiamo, Hatikwa torna e questa volta si sdoppia con un sito e con una pagina mensile ospitata Pagine Ebraiche.

Questa nuova soluzione editoriale offre all’Ugei la possibilità di comunicare le proprie attività e di mostrare le capacità dei giovani ebrei italiani.Un sito che si pone come nuovo spazio di comunicazione dinamico e speriamo ricco di spunti. Dopo l’importante esperienza dello scorso anno sotto la guida di Daniel Funaro il giornale si propone di continuare a stimolare interesse verso le iniziative ugeine e di ospitare voci ed espressioni di quei giovani ebrei che vorranno arricchire i nostri spazi. HaTikwa infatti nasce per mostrare a tutti che non è il futuro ad essere dei giovani ma il presente. Che è già oggi il momento di influire sul mondo. Il momento di cambiare, esprimersi, giudicare e lavorare. L’Ugei dimostra ad ogni nuovo consiglio che i giovani – noi giovani- siamo capaci e vogliamo fare. Questo mese giunge sull’onda del successo di Purim a Venezia, il primo tradizionale momento di incontro per i ragazzi che da tutta Italia partecipano alle nostre iniziative, un’onda che vorrebbe proseguire il suo viaggio portando i partecipanti alla Festa del Libro Ebraico di Ferrara, città che ospiterà con il Meis una riflessione e una ridefinizione dell’identità ebraica italiana a cui noi giovani vogliamo e dobbiamo partecipare. Noi figli della tradizione e dei vagabondaggi, delle unità e delle divisioni, delle idee e dei fatti, noi che siamo il presente.

Sharon Reichel

direttrice HaTikwa


Consiglio UGEIConsiglio UGEI1 maggio 2011
DSC00484.jpg

1min80

Anche l’Ugei partecipa alla Festa del Libro ebraico di Ferrara organizzando inoltre uno shabbaton che parte venerdì 6 maggio.

I consiglieri del Dipartimento Cultura Sharon Reichel e Victor Robiati Bendaud, insieme a Shemuel Lampronti, presenteranno domenica 8 maggio alle 14.30 al Chiostro di San Paolo il volume Zakhor, storia e memoria ebraica di Yosef Haim Yerushalmi (Giuntina, Firenze, 2011), testo cardine della cultura ebraica del Novecento in cui l’autore fa il punto su cosa gli ebrei abbiano scelto di ricordare del passato e in che modo lo abbiano di volta in volta preservato, trasmesso e rivissuto.



UGEI

L’Unione Giovani Ebrei d’Italia coordina ed unisce le associazioni giovanili ebraiche ed i giovani ebrei che ad essa aderiscono.


Contattaci