Media

Consiglio UGEIConsiglio UGEI25 giugno 2010

4min1000

77 M.O., domani fiaccolata a Milano e Roma per Gilad Shalit Roma, 23 GIU (Il Velino) – Milano spegnera’ domani sera le luci del Castello Sforzesco per ricordare il quarto anniversario del rapimento del soldato israeliano Gilad Shalit, prigioniero del movimento terroristico Hamas dal 24 giugno 2006. Il presidente del Consiglio comunale Manfredi Palmeri e l’assessore alla Cultura Massimiliano Finazzer Flory – si legge in una nota – hanno aderito all’appello del vice Presidente della Comunita’ ebraica di Milano Daniele Nahum, e domani saranno davanti al Castello per partecipare allo spegnimento e alla fiaccolata pubblica di solidarieta’ dalle 21.15 alle 22. Anche il Comune di Roma aderisce all’iniziativa organizzata a livello nazionale dall’Ugei-Unione Giovani ebrei d’Italia, spegnendo le luci del Colosseo. “Da 1.461 giorni Gilad Shalit e’ prigioniero di Hamas – ha detto il Presidente Manfredi Palmeri – senza che si abbiano notizie delle sue condizioni fisiche e psicologiche. Nel quarto anniversario del rapimento chiediamo ai terroristi un atto di umanita’: liberatelo. Il nostro e’ un appello universale per un uomo privato della liberta’, che vede negati i diritti umani e i valori della giustizia e della civilta'”. (segue) (com/bic) 231701 GIU 10 NNNN

78 M.O., domani fiaccolata a Milano e Roma per Gilad Shalit (2)

 

78 M.O., domani fiaccolata a Milano e Roma per Gilad Shalit (2) Roma, 23 GIU (Il Velino) – “A volte spegnere le luci significa accendere altro: la speranza di un’umanita’ consapevole che il confine tra bene e male e’ labile ed e’ sempre in movimento – spiega l’assessore Finazzer Flory -. In questa occasione dobbiamo dire che un uomo prigioniero non rappresenta solo se stesso, ma tutti quelli che potrebbero perdere la liberta’ se ci nascondessimo dietro il silenzio e l’omerta'”. L’iniziativa, promossa dalla Comunita’ ebraica di Milano e dall’Ugei, e’ organizzata dal Comune in collaborazione con A2A. (com/bic) 231701 GIU 10

93 MO, Alemanno-Pacifici: Domani Colosseo al buio per liberazione Shalit

 

93 MO, Alemanno-Pacifici: Domani Colosseo al buio per liberazione Shalit Roma, 23 GIU (Il Velino) – “Una serata a sostegno della liberazione di Gilad Shalit a quattro anni dal suo rapimento. L’appuntamento e’ per domani, giovedi’ 24 giugno, alle 21.30 (ingresso dall’Arco di Costantino). Alla mezzanotte israeliana (le 23 in Italia) le luci del Colosseo verranno spente per chiedere l’immediata liberazione del soldato israeliano prigioniero di Hamas, rapito il 25 giugno 2006 durante una missione di pace in territorio israeliano”. Lo comunicano il sindaco di Roma, Gianni Alemanno, e il presidente della Comunita’ ebraica di Roma, Riccardo Pacifici. La manifestazione, alla quale sara’ presente il padre di Gilad, e’ promossa dalle associazioni giovanili Bene’ Berith Giovani e Ugei (Unione giovani ebrei italiani) per un loro coetaneo. “All’evento sono invitati tutti i cittadini – commentano Alemanno e Pacifici -. L’obiettivo e’ quello di unire le forze e sensibilizzare l’opinione pubblica per riportare Gilad a casa, nonche’ per rilanciare il processo di pace in Medio Oriente”. (com/sol) 231409 GIU 10 NNNN


Consiglio UGEIConsiglio UGEI25 giugno 2010

1min920

ROMA: ALEMANNO, DOMANI LUCI SPENTE AL COLOSSEO PER LIBERAZIONE SHALIT (ASCA) – Roma, 23 giu – Una serata a sostegno della liberazione di Gilad Shalit a quattro anni dal suo rapimento. L’appuntamento e’ per domani alle ore 21.30 (ingresso dall’Arco di Costantino). ”Alla mezzanotte israeliana (le 23.00 in Italia) le luci del Colosseo verranno spente per chiedere l’immediata liberazione del soldato israeliano prigioniero di Hamas, rapito il 25 giugno 2006 durante una missione di pace in territorio israeliano”. Lo comunicano il sindaco di Roma, Gianni Alemanno, e il presidente della Comunita’ ebraica di Roma, Riccardo Pacifici. La manifestazione, alla quale sara’ presente il padre di Gilad, e’ promossa dalle associazioni giovanili Bene’ Berith Giovani e Ugei (Unione Giovani Ebrei Italiani) per un loro coetaneo. ”All’evento sono invitati tutti i cittadini – commentano Alemanno e Pacifici – L’obiettivo e’ quello di unire le forze e sensibilizzare l’opinione pubblica per riportare Gilad a casa, nonche’ per rilanciare il processo di pace in Medio Oriente”. res/mcc/alf 231531 GIU 10 NNNN


Consiglio UGEIConsiglio UGEI25 giugno 2010

2min900

Domani luci spente al Colosseo per chiedere liberazione Shalit

Domani luci spente al Colosseo per chiedere liberazione Shalit Domani luci spente al Colosseo per chiedere liberazione Shalit Iniziativa Alemanno-Pacifici, presente padre soldato israeliano Roma, 23 giu. (Apcom) – Domani le luci del Colosseo saranno spente per chiedere la liberazione del soldato israeliano Gilad Shalit, a quattro anni dal suo rapimento. L`appuntamento è quindi per giovedì 24 giugno, alle 21.30, all’ingresso dall`Arco di Costantino. Lo comunicano il sindaco di Roma, Gianni Alemanno, e il presidente della Comunità ebraica di Roma, Riccardo Pacifici, che hanno promosso l’iniziativa, alla quale sarà presente anche il padre di Shalit. Alla mezzanotte israeliana, le 23 in Italia, le luci del Colosseo verranno spente per chiedere l`immediata liberazione del soldato israeliano prigioniero di Hamas, rapito il 25 giugno 2006 durante una missione di pace in territorio israeliano. La manifestazione, alla quale sarà presente il padre di Gilad, è promossa dalle associazioni giovanili Benè Berith Giovani e Ugei (Unione Giovani Ebrei Italiani) per un loro coetaneo. “All`evento sono invitati tutti i cittadini”, commentano Alemanno e Pacifici, sottolineando che “l`obiettivo è quello di unire le forze e sensibilizzare l’opinione pubblica per riportare Gilad a casa, nonché per rilanciare il processo di pace in Medio Oriente”. Red/Cro 23-GIU-10 17:09 NNNN


Consiglio UGEIConsiglio UGEI25 giugno 2010

2min830

M.O.: CENTRELLA (UGL), PARTECIPIAMO A INIZIATIVA PER LIBERAZIONE SHALIT Roma, 23 giu. – (Adnkronos) – “Saro’ presente personalmente domani a Roma alla serata organizzata a sostegno della liberazione del soldato israeliano Gilad Shalit a quattro anni dal suo rapimento”. Lo annuncia il segretario generale dell’Ugl, Giovanni Centrella, aggiungendo che “anche una delegazione dell’Ugl di Roma e del Lazio partecipera’ all’evento”. (Sni/Ct/Adnkronos) 23-GIU-10 18:54 NNNN

O.: CIOFFREDI (PD), AL COLOSSEO PER SHALIT E PER LA PACE Roma, 23 giu. – (Adnkronos) – “Spero siano tanti i romani che parteciperanno domani sera al Colosseo per Gilad Shalit, cittadino onorario della nostra citta'”. Lo ha affermato Gianpiero Cioffredi-direzione Pd Roma. “Chiedere alla comunita’ internazionale di esercitare tutte le pressioni possibili su Hamas affinche’ cessi la barbarie della prigionia di Shalit, significa rafforzare l’urgenza di far ripartire il processo di pace in Medioriente secondo il principio di ‘due popoli, due stati, due democrazie’, sconfiggendo i veri ostacoli al negoziato rappresentati dal terrorismo fondamentalista e dai suoi sostenitori come l’Iran e la Siria”, ha detto. “Domani sera Roma parla al mondo – ha concluso Cioffredi – e sara’ importante vedere migliaia di cittadini romani di tutti gli schieramenti politici e culturali accendere in nome di Gilad Shalit la fiammella della pace e della speranza di un mondo migliore”. (Rsl/Gs/Adnkronos) 23-GIU-10 16:42 NNNN


Consiglio UGEIConsiglio UGEI25 giugno 2010

1min850

I GD di Roma aderiscono alla manifestazione prevista al Colosseo il prossimo 24 giugno alle 21:30.
“Indipendentemente dal nostro giudizio sui limiti del Governo israeliano anche recentemente messi tragicamente in mostra, ci sembra necessario ricordare a tutti che la liberazione di Gilad Shalit non può e non deve essere messa nel dimenticatoio. Per questo parteciperemo alla manifestazione.” Dichiara il Segretario dei GD di Roma Domenico Romano.

L’iniziativa che ha carattere trasversale si terrà il prossimo 24 giugno al Colosseo dalle ore 21:30 e prevede lo spegnimento delle luci del Colosseo.



UGEI

L’Unione Giovani Ebrei d’Italia coordina ed unisce le associazioni giovanili ebraiche ed i giovani ebrei che ad essa aderiscono.


Contattaci