giornata della memoria

Manuel Kanahmanuel14 febbraio 2011

1min150

“Come giovani e come religiosi abbiamo il dovere di ricordare quello che è stato il momento più buio del XX secolo per far sì che non abbia ad accadere mai più. Abbiamo ricevuto un testimone pesantissimo e sarà nostro compito mantenere viva la memoria di chi ha vissuto questa tragedia. Scriviamo questo comunicato congiuntamente per ribadire che, quando si parla di ricordare la Shoah e di condannare quello che pochi decenni fa è accaduto nella civile e colta Europa, abbiamo il pressante dovere morale di essere tutti d’accordo, indipendentemente dalla militanza politica o dalla credenza religiosa. Ribadiamo inoltre l’impegno a lavorare e sostenerci fraternamente per prevenire ed evitare nel presente e nel futuro situazioni di discriminazione su base religiosa, dando alla società un contributo ispirato ai valori universali della fede nell’unico Dio pur nella diversità delle forme religiose cui apparteniamo”. Lo dichiarano in un una nota congiunta il presidente dell’Unione dei Giovani Ebrei d’Italia, Daniele Massimo Regard, ed il responsabile della Sezione Giovani della CO.RE.IS. (Comunità Religiosa Islamica) Italiana, ‘Isa Abd al Haqq Benassi.”


Manuel Kanahmanuel23 gennaio 2011

10min140

Per quest’anno l’Ugei ha deciso di promuovere alcuni eventi significativi e di organizzare una visita guidata al Campo di Concentramento di Fossoli.

La visita al Campo ha un chiaro significato: la maggior parte degli ebrei italiani che hanno visto la morte nei campi di concentramento sono transitati per questo luogo e riteniamo sia importante che la nostra generazione, i nipoti di quelli che hanno vissuto tutto questo, ricordino la storia dei propri nonni per poterla tramandare.

Inoltre, crediamo sia di forte impatto emotivo poter tornare liberi all’interno del Campo di Concentramento per poter affermare a gran voce “Am Israel Chai”

per info e prenotazioni scrivere a: eventi@ugei.it – speriamo di vedervi numerosi

Di seguito una breve descrizione delle manifestazioni in programma

Spettacolo teatrale Il Memorioso – breve guida alla memoria del Bene

Milano, 26 gennaio ore 9.30.

Lo spettacolo, tratto dai libri di Gabriele Nissim Il Tribunale del Bene e La Bontà insensata, è ispirato alla figura di Moshe Bejski.

Per anni presidente della Commissione dei Giusti presso il Memoriale di Yad Vashem a Gerusalemme, Bejski ha dedicato la propria esistenza a rintracciare e ricordare tutti quegli uomini che hanno rischiato la vita per aiutare gli ebrei durante la persecuzione nazista.

Lo spettacolo è a ingresso libero su prenotazione fino a esaurimento posti. Tel. 02 36707648 Mail segreteria@gariwo.net



maratona letteraria Una poesia per ricordare

Milano, 27 gennaio ore 11.00

Dalla tarda mattinata sino al pomeriggio (ore 17.00 c.a.) verranno pubblicamente lette poesie di martiri della Shoah e di sopravvissuti, come pure brevi frammenti di testi in prosa. Si alterneranno alla lettura sia persone contattate dalla Comunità ebraica e amici, sia -qualora lo desiderino, al fine di manifestare la loro vicinanza e solidarietà- i passanti che lo richiedano.



Mostra Il popolo del silenzio installazione di sculture di Antonio Catalano, Casa degli Alfieri

Torino, 27 gennaio ore 17.00

Piazzetta Primo Levi ospiterà l’installazione di 36 sculture-contenitori di oggetti vari, foglie, semi, scritti e pensieri. Custodi silenziosi della memoria dei Lamed Vav, 36 Giusti tra le Nazioni che secondo la tradizione ebraica sono presenti in ogni generazione e vengono ricordati per l’altruismo e il coraggio manifestato durante la Shoah. Il Popolo del Silenzio è un gruppo unito di figure solitarie e silenziose, simbolo di più di 400 italiani insigniti della medaglia di Giusto tra le Nazioni.

Posizionati su binari immaginari, potranno essere riempiti dai visitatori e dalle scolaresche con diversi contenuti: scritti, lettere, libri, ricordi che svelano emozioni, sogni e pensieri sul Giorno della Memoria. Il popolo silenzioso sarà testimone delle parole di Primo Levi sull’uomo, sui sommersi e i salvati.

(si richiede la partecipazione di alcuni ragazzi per spostare durante la manifestazione le sculture in una muta marcia)



Visita Campo di Concentramento di Fossoli, al Museo Monumento al Deportato e alla Sinagoga di Carpi

Carpi-Fossoli, 30 gennaio ore 12.30

Visita organizzata dall’Unione dei Giovani Ebrei d’Italia.

Durante la visita al Campo verranno letti alcuni Salmi e verrà recitato un Kaddish.


Manuel Kanahmanuel16 gennaio 2011

1min160

In occasione del Giorno della Memoria, anniversario dell’abbattimento dei cancelli di Auschwitz,

DOMENICA 30 Gennaio l’Unione Giovani Ebrei d’Italia organizza una visita guidata al

Campo di Concentramento di Fossoli, al Museo Monumento al Deportato e alla Sinagoga di Carpi.

Durante la visita al Campo verranno letti alcuni Salmi e verrà recitato un Kaddish.
Ritrovo ore 12.30 in via Giulio Rovighi 57, Carpi.

La visita è gratuita previa prenotazione via email a eventi@ugei.it

*seguirà nei prossimi giorni comunicazione degli altri eventi organizzati in occasione del decimo Giorno della Memoria*


Consiglio UGEIConsiglio UGEI27 gennaio 2010

1min160

27 Gennaio 2010

In occasione della Giornata della Memoria, l’Unione Giovani Ebrei d’Italia sente il dovere di continuare la battaglia del ricordo.
Le scritte apparse oggi al Museo di via Tasso simboleggiano la mancanza di una presa di coscienza collettiva sul dramma della Shoah.
Riprendendo il discorso pronunciato oggi dal premio nobel Elie Wiesel alla Camera dei deputati, noi giovani ebrei nipoti di ex deportati oscampati alle persecuzioni sentiamo il dovere di ribadire che non vogliamo che il passato dei nostri nonni diventi il nostro futuro.
Per questo è necessaria un’azione più energica da parte di tutte le autorità affinché l’infamia del negazionismo venga messa a tacere.
La solidarietà nostra va al Sindaco di Roma Alemanno e al Presidente della Comunità Ebraica Pacifici con la speranza che le minacce di ignobili, che si nascondono dietro  vili scritte, non siano un limite nell’impegno quotidiano a cui essi adempiono tutti i giorni.

Lo comunica in una nota l’Unione Giovani Ebrei d’Italia



UGEI

L’Unione Giovani Ebrei d’Italia coordina ed unisce le associazioni giovanili ebraiche ed i giovani ebrei che ad essa aderiscono.


Contattaci