daniele regard

Manuel Kanahmanuel8 maggio 2011

1min690

“Alla vigilia di Yom Hatzmaut, 63simo anniversario della fondazione della nascita dello stato d’Israele, l’Unione Giovani Ebrei d’Italia augura ai cittadini israeliani di riuscire a ritrovare presto la serenità, la sicurezza e la pace con i propri vicini, così che, in un futuro non lontano, possano collaborare insieme per la crescita dei rispettivi popoli”.

Cosi’ in una nota Daniele M. Regard, presidente Ugei. “In questo giorno di gioia – conclude Regard – non possiamo però dimenticare il nostro fratello Gilad Shalit, illegalmente detenuto da oltre quattro anni  Gaza, ed auguriamo ai suoi genitori Noam e Aviva di poterlo presto riabbracciare”.


Consiglio UGEIConsiglio UGEI3 maggio 2011
cancello.jpg

1min770

“Aver partecipato a questo viaggio ci rende orgogliosi come ebrei ma soprattutto come giovani”. Queste le parole pronunciate dal presidente Ugei Daniele Regard al rientro dal Viaggio della Memoria organizzato dalla Provincia di Roma nei luoghi dello sterminio nazista nella prima metà di aprile. Regard e altri esponenti istituzionali tra cui il Presidente della Provicia Nicola Zingaretti e Riccardo Pacifici accompagnavano in Polonia 350 ragazzi di Roma e dintorni. E’ la prima volta che un presidente dell’Ugei viene invitato al Viaggio della Memoria in questa veste.


Manuel Kanahmanuel17 aprile 2011

1min750
"Di fronte alle notizie ed alle immagini che ci giungono dalla Libia non si puo' restare in silenzio. L'escalation di violenza che ha portato in questi giorni a migliaia vittime deve immediatamente trovare ferma condanna da parte del nostro governo". Lo dichiara in una nota il presidente dell'Unione Giovani Ebrei d'Italia, Daniele M. Regard. "Come giovani ebrei - aggiunge Regard - abbiamo il dovere di ascoltare i nostri coetanei libici che rivendicano la fine della dittatura del colonnello Gheddafi e auspichiamo, grazie anche ad una presa di posizione del governo italiano, si giunga presto ad una situazione di stabilita' e democrazia".

 


Manuel Kanahmanuel17 aprile 2011

1min830

“Come ebrei e come italiani non possiamo che sperare nella liberazione di Arrigoni al più presto possibile.” afferma in una nota diffusa in serata Daniele Regard, presidente dell’Unione dei Giovani Ebrei d’Italia.  “La sua mai celata avversità ad Israele – prosegue Regard – non può in nessun caso fermarci dal condannare questo rapimento. Al contrario, ci auspichiamo che le associazioni umanitarie e l’opinione pubblica facciano pressione sul nostro ministro degli esteri Frattini perché si adoperi per far rilasciare Arrigoni, ed insieme a lui Gilad Shalit, il caporale israeliano rapito, da quattro anni nelle mani di Hamas, le cui condizioni di detenzione sono contrarie alle leggi internazionali umanitarie.”


Manuel Kanahmanuel14 febbraio 2011

1min850

“Come giovani e come religiosi abbiamo il dovere di ricordare quello che è stato il momento più buio del XX secolo per far sì che non abbia ad accadere mai più. Abbiamo ricevuto un testimone pesantissimo e sarà nostro compito mantenere viva la memoria di chi ha vissuto questa tragedia. Scriviamo questo comunicato congiuntamente per ribadire che, quando si parla di ricordare la Shoah e di condannare quello che pochi decenni fa è accaduto nella civile e colta Europa, abbiamo il pressante dovere morale di essere tutti d’accordo, indipendentemente dalla militanza politica o dalla credenza religiosa. Ribadiamo inoltre l’impegno a lavorare e sostenerci fraternamente per prevenire ed evitare nel presente e nel futuro situazioni di discriminazione su base religiosa, dando alla società un contributo ispirato ai valori universali della fede nell’unico Dio pur nella diversità delle forme religiose cui apparteniamo”. Lo dichiarano in un una nota congiunta il presidente dell’Unione dei Giovani Ebrei d’Italia, Daniele Massimo Regard, ed il responsabile della Sezione Giovani della CO.RE.IS. (Comunità Religiosa Islamica) Italiana, ‘Isa Abd al Haqq Benassi.”



UGEI

L’Unione Giovani Ebrei d’Italia coordina ed unisce le associazioni giovanili ebraiche ed i giovani ebrei che ad essa aderiscono.


Contattaci