La rosa sul vagone: immagini della Memoria

Si torna alla quotidianità più consapevoli portando con sé settant’anni di storia e qualche immagine. Di Birkenau ricorderò il freddo pungente, le rotaie e una rosa appesa a un vagone. Di Cracovia le foglie gialle per le vie e le lapidi storte del cimitero ebraico. Di Varsavia la giovinezza dei palazzi. Della Polonia la stanchezza per aver combattuto una lotta contro nemici che per secoli l’hanno privata della libertà. Oggi tenta di lasciare un passato doloroso alle spalle, ricordandolo ma mettendo da parte la sofferenza: è giovane e vuole ricominciare a vivere anche lei.

viaggiomemvagone

Marta Spizzichino, di Roma, studia filosofia alla Sapienza

Marta Spizzichino, di Roma, studia filosofia alla Sapienza


«

»