Comunicato Stampa- Unione Giovani Ebrei d’Italia

L’Unione Giovani Ebrei d’Italia con rammarico, sdegno, oltre che rabbia, apprende l’avvenuto svolgimento, il 24 gennaio 2018, dell’evento negazionista “Israele e lo sfruttamento dell’Olocausto”. Siamo esterrefatti sia stato consentito tale evento tra le mura dell’Università di Torino, nonostante gli appelli contrari di vari esponenti delle realtà ebraiche italiane, tra cui il nostro, nei giorni e settimane immediatamente precedenti.

La locandina che invitava a prender parte al convegno mette a confronto inequivocabilmente l’ideologia nazifascista con il sionismo, impregnandosi così, senza mezzi termini, di antisemitismo. Le accuse vergognose, mosse durante la conferenza, infangano e inventano e riscrivono la storia, condite da una patina, nemmeno poco spessa, del complotto demo-pluto-giudaico.

Il tutto, lo ricordiamo, si è svolto in un’aula universitaria. In quello che dovrebbe essere il santuario del sapere.

Il Giorno della Memoria è stato istituito per ricordare i milioni di vittime della Shoah, affinché ogni singola persona venga rispettata e onorata, e affinché non si ripeta mai una tragedia simile. È un giorno sacro, da dedicare alla commemorazione di chi ha perso la vita e alla celebrazione dei sopravvissuti, e aborriamo che venga utilizzato a fini di propaganda antiisraeliana, anzi antisemita.

Ci teniamo a ricordare che il sionismo nacque alla fine dell’800 come movimento collettivo di speranza. Ritenere che esso abbia contribuito allo sterminio degli ebrei durante la Shoah non solo è pericoloso, ma è puro revisionismo storico, è talmente assurdo ed aberrante che ci risulta anche difficile descriverlo a parole.

Ci appelliamo al Magnifico Rettore Gianmaria Ajani affinché si unisca, non solo a parole, al nostro sdegno di fronte a quanto avvenuto e affinché si assicuri che tali eventi non si svolgano più in futuro.

Ci appelliamo al Magnifico Rettore Gianmaria Ajani affinché non permetta che il negazionismo storico sia valorizzato nel suo Ateneo e che i suoi studenti apprendano una volta per tutte il valore della Memoria della Shoah.

La Presidente
Carlotta Micaela Jarach

I Consiglieri
Simone Israel
Alessandro Lovisolo
Alissa Pavia
Giulio Piperno
Luca Spizzichino
Ruben Spizzichino


«

»