Comunicato sulla flottilla

UGEI: Dispiacere per attivisti morti, ma curioso vedere “pacifisti” con asce e coltelli.

“Rispetto ai fatti successi nella giornata di ieri, come Unione Giovani Ebrei d’Italia, esprimiamo il nostro dispiacere per gli attivisti morti. Riteniamo però inaccettabile che le manifestazioni di questi giorni diventino il pretesto per esprimere il mai nascosto odio contro gli ebrei ed Israele.” Cosi si esprime Giuseppe Massimo Piperno, presidente UGEI in una nota comunicata alla stampa che continua: “Ora bisogna accertarsi di come siano andate realmente le cose e non lasciarsi andare a giudizi affrettati, d’altronde le immagini diffuse successivamente mostrano chiaramente la provocazione subita. Il nostro impegno ora si sostanzia in un’informazione più chiara e neutrale affinché la realtà non venga distorta. Dispiace però, che ai benpensanti non faccia riflettere che dei “pacifisti” usino asce e coltelli. Il timore più grande è che ristabilita la verità a nessuno interesserà più della vicenda.”

Altri Comunicati

UEJB Belgio


«

»