Società e politica

Un giornale aperto al libero confronto delle idee

Nessun onore pubblico a Vittorio Emanuele III, responsabile della dittatura fascista e della Shoah – per l’Ugei su RaiNews24 l’intervento di Carlotta Jarach

Ieri è rientrata in Italia la salma dell’ex re d’Italia Vittorio Emanuele III, fuggito nel 1946 dopo aver abdicato a favore del figlio Umberto II. Le spoglie sono state trasportate dall’Egitto su un aereo dell’areonautica militare italiana. La famiglia Savoia ha chiesto che venga tumulato nel Pantheon, dove già si trovano i resti dei re d’Italia. Ricordiamo che Vittorio Emanuele III è stato il sovrano che ha rivestito un ruolo primario nel passaggio dallo Stato […]

Continua a leggere »

Un problema senza soluzione? Albrecht Dürer, Georges Bensoussan e il conflitto israelo-arabo-palestinese

“La sua melanconia non rappresenta né l’avarizia né l’insania mentale, ma un essere pensante in uno stato di perplessità. Non è fissa su un oggetto che non esiste, ma su un problema che non può essere risolto”: così Erwin Panofsky descrive l’incisione di Albrecht Dürer “Melencolia I”. Quando questo passo della “Vita e l’opera di Albrecht Dürer” mi è capitato sotto gli occhi un po’ per caso alcuni giorni fa, ho subito pensato alle parole […]

Continua a leggere »

L’internazionale dell’odio – Razzisti, antisemiti e populisti a raduno

L’Europa si è risvegliata. Ricorda un po’ il film “Nell’anno del Signore” del 1969 di Luigi Magni, i due carbonari Leonida Montanari e Angelo Targhini prima di essere condotti al patibolo, sentono il vociare del popolo che sembra sollevarsi per liberarli e compiere l’attesa rivolta contro il papato, quando in realtà il popolo si era svegliato sì, ma per accorrere in festa alla loro esecuzione in Piazza del Popolo. A Varsavia a destarsi è l’Europa […]

Continua a leggere »

Europei dopo l’Europa – Gli ebrei e la lezione dell’Impero asburgico

“Mio zio David era un europeo consapevole, in un’epoca in cui nessuno in Europa si sentiva ancora europeo, a parte i membri della mia famiglia e altri ebrei come loro. Tutti gli altri erano panslavi, pangermanici, o semplicemente patrioti lituani, bulgari, irlandesi, slovacchi. Gli unici europei di tutta l’Europa, negli anni venti e trenta, erano gli ebrei. Mio padre diceva sempre: in Cecoslovacchia vivono tre nazionalità: cechi, slovacchi e cecoslovacchi, cioè gli ebrei. In Iugoslavia […]

Continua a leggere »

Come affrontare il futuro senza paura, insieme – un magistrale talk di rav Jonathan Sacks

È un momento storico piano di conseguenze. Abbiamo visto elezioni laceranti, società lacerate e la crescita dell’estremismo, anzi: di molti estremismi – il tutto alimentato da ansie e incertezze diffuse. “C’è qualcosa che ognuno di noi puoi fare per affrontare il futuro senza paura?” si chiede rav Jonathan Sacks. In questo entusiasmante talk, rav Sacks ci offre alcune possibili strategie per passare dalla politica del “me” alla politica del “tutti noi insieme.” Ecco il video […]

Continua a leggere »