Hatikwà

Un giornale aperto al libero confronto delle idee

Ebraismo contro natura – La lezione di Jean Améry

Il tempo, è cosa nota, può rimarginare anche le ferite più profonde. Perché lo scorrere del tempo è naturale, e che cos’è la natura se non l’ambiente circostante che continuamente si rinnova, il ciclo della vita, l’erba che cresce, la pioggia che cade? Anche accanto ai crematori di Auschwitz, dove i cadaveri venivano ammassati uno sull’altro a mucchi, oggi cresce l’erba e le foglioline verde opaco delle betulle stormiscono al vento nelle giornate belle d’estate. […]

Continua a leggere »

Eli Hay, un centro ebraico nel cuore di Roma – Intervista a rav Moshe Hacmun

Moshe Hacmun, rabbino, allenatore, padre, maestro, educatore. Classe ’69, un trascorso all’Yeshivat Bnei Akiva di Natanya e una specializzazione in Sociologia ed Economia alla Bar Ilan. A 19 anni la chiamata della tzavà, entra nell’unità paracadutisti. Nel frattempo inizia a disputare i primi incontri nella serie A basket israeliana, nelle file del Elitzur Natanya. L’amore per lo sport lo porta all’Orde Wirgate, istituto sportivo che gli conferisce la qualifica di “allenatore nazionale”, allena squadre di serie […]

Continua a leggere »

Scritte naziste al Memoriale della Shoah – comunicato Ugei e rassegna stampa

Di seguito la rassegna stampa in riferimento al comunicato Ugei inoltrato il 27 luglio scorso, a proposito delle scritte naziste che hanno imbrattato il Memoriale della Shoah di Milano. Agenpress: Scritte naziste al Memoriale di Milano, UGEI: “Verbale o fisica, non possiamo più tollerare questa violenza” La lodevole iniziativa del Memoriale della Shoah di Milano, che dal 2015, in collaborazione con la Comunità ebraica e la Comunità di Sant’Egidio, ospita decine di profughi e richiedenti asilo, […]

Continua a leggere »

Taglit, day 8: Arrivederci a Gerusalemme

Si è arrivati infine all’ultima tappa di questo viaggio  e la voglia di tornare in Italia è passata da tempo. Molti di noi vorrebbero prolungare questa esperienza  in modo indeterminato perché Israele non ci ha donato solo un viaggio, ma una nuova casa e una famiglia più unita che mai. Oggi ci siamo diretti verso Gerusalemme, e dopo esserci deliziati con una passeggiata per le vie della città vecchia, ci siamo infine diretti verso il […]

Continua a leggere »

Taglit, day 7: lacrime e gioia a Yerushalayim

Dopo aver lasciato il Kibbutz di Gvulot ci dirigiamo verso l’ultima e più significativa tappa del viaggio, Yerushayim. Al contrario di quanto si possa immaginare le tappe previste per il primo giorno nella capitale non sono le principali attrazioni turistiche e religiose nella città vecchia, bensì la giornata è dedicata alla memoria. Probabilmente questo è il giorno più carico di emozioni dell’intero viaggio. Appena entrati in città sul pullman cantiamo tutti insieme la ben nota […]

Continua a leggere »