Mondo ebraico

Un giornale aperto al libero confronto delle idee

Giobbe e Wiesel di fronte a Dio

Elie Wiesel è morto nello Shabbat in cui si è letta la parasha di Shelach. Una parasha drammatica e complessa in cui si consuma una tragedia – l’episodio degli esploratori – che segnerà il destino del popolo ebraico per sempre. I temi del rapporto con la terra di Israele, della fiducia in D-o, della speranza e della disperazione si dipanano di fronte al lettore attento e lo invitano a non rimanere indifferente. In qualche modo è una parasha di domande e di risposte. Domande dolorose […]

Continua a leggere »

Copertura del capo per le donne – Una risposta all’articolo di Simone Bedarida

Caro Simone, ho letto con attenzione il tuo articolo. Lo ho apprezzato per il coraggio con cui ti sei lanciato esprimendo liberamente il tuo pensiero e il tuo disdegno per una realtà che però credo essere più complessa di quella che delinei tu. In generale l’articolo è interessante perché ha vari spunti, ma forse un po’ confusionario perché metti molti elementi in campo. Mi spiego meglio. Sei sicuro di quello che scrivi, ovvero che le […]

Continua a leggere »

Parrucche e veli per sottomettere

“E lei doveva rasarsi i capelli, come ogni pia donna ebrea era tenuta a fare”. Così racconta Israel Singer nel romanzo “I fratelli Ashkenazi”, scritto nel 1936 e ambientato nella Polonia degli anni antecedenti la Seconda guerra mondiale. Una donna ebrea osservante dovrebbe dunque tagliarsi i capelli e indossare una parrucca? Ebbene sì, non accadeva solo all’epoca del romanzo: si tratta di qualcosa di totalmente attuale in alcune frange di ebraismo che si reputano particolarmente ortodosse. […]

Continua a leggere »

Lag ba’Omer con l’Ugei a Livorno e Vercelli

“Cucù, aprile non c’è più, è ritornato maggio col canto del cucù” cantava quel tale; ma per l’Ugei è ritornato il momento un po’ spasmodico di tirare fuori dalla naftalina griglia, carbonella e diavolina per la tradizionale grigliata di Lag Ba’Omer. Dopo la buona riuscita della grigliata l’anno scorso a Genova, il 2016 vede un doppio appuntamento: nella città di Vercelli, per gli ugeini del nord, mentre per i “bimbi” del centro è stata scelta […]

Continua a leggere »

La yeshiva all’ombra del Muro occidentale

Fra banchi di libri, quaderni, mormorii di parole, letture, silenzi, immersi nella concentrazione. Fra pareti di pietre parlanti, nel cuore della città vecchia a Yerushalaim, si affaccia la Yeshivat hakotel. Se penso di dover rappresentare la Yeshiva con una immagine mi viene in mente quella dinamicità espressa nel famoso affresco di Raffaello Sanzio “La scuola di Atene”; riflettendo pur sempre sulla forte e fiera consapevolezza di non arrivare mai a bloccare quell’insaziabile appetito culturale e […]

Continua a leggere »