Mondo ebraico

Un giornale aperto al libero confronto delle idee

Una giusta risposta

Quale dovrebbe essere la reazione di un ebreo europeo, messo di fronte a ciò che sta succedendo nel vecchio continente? Un attentatore apre il fuoco dentro il museo ebraico di Bruxelles, due anni dopo la strage di Tolosa. L’attentato che ha colpito il Belgio, cuore dell’Europa, è una scossa ulteriore che deve far riflettere. Questo attentato ha fatto vittime anche tra i cittadini di Tel Aviv, che hanno avuto l’unica colpa di essere in visita […]

Continua a leggere »

La strada giusta

Perdonatemi, per una volta voglio togliermi i panni del consigliere UGEI e commentare il weekend di Trieste appena trascorso. Inizialmente non vi nascondo che avevo delle serie perplessità circa la buona riuscita dell’evento, visti i numeri ridotti di partecipanti. A posteriori invece devo ammettere che questo weekend è stato uno dei meglio riusciti a cui ho partecipato nei miei anni di partecipazione all’UGEI (sarà un caso, che a questo io non ho partecipato attivamente all’organizzazione?). […]

Continua a leggere »

Maccabi Calcio: una passione che non ha confini

C’è il cuore che batte sempre più veloce Ad ogni rincorsa esplode una voce Chi grida vittoria non sa darsi pace Disegna la storia Solo chi è capace Io corro più forte Raggiungo le stelle Le rubo alla luna Diventano pelle Per farti un vestito Azzurro che splende Negli occhi e nel cuore L’Italia si accende. La più grande passione degli italiani viene celebrata attraverso questo riadattamento dei Negramaro di una canzone di Claudio Villa. […]

Continua a leggere »

Rabbi Kahaneman e i suoi bambini

Per la prima volta quest’anno ho trascorso la settimana di Pesach in Israele. Dopo aver aiutato (più o meno) mia madre a cucinare per il seder, sono andata in terrazza a parlare con mia sorella Elisa che studia in Israele e torna raramente a Roma.   Davanti alla splendida vista del mare di Tel Aviv, Elisa ha acceso il computer per ascoltare della musica.  Dopo un paio di canzoni di Rino Gaetano e di qualche cantante a me […]

Continua a leggere »

Facing Facts! – le buone idee sono dietro l’angolo

Ci sono un ebreo, un musulmano, un cattolico, un buddista e un sikh che parlano seduti attorno ad un tavolo. No, non è l’inizio di una barzelletta. Secondo una personalissima statistica, questo è piuttosto lo schema classico della gran parte degli eventi dedicati al dialogo interreligioso, o cambiando gli attori, interculturale, intracomunitario, tra chi insomma ha voglia di confrontarsi con la diversità e, magari, apprezzarla. Grandi sorrisi a favore di fotografo, se possibile un intermezzo […]

Continua a leggere »