Comunicato Stampa

Consiglio UGEIConsiglio UGEI31 maggio 2018
istituto-buddista-italiano.jpg

1min7440

L’Unione Giovani Ebrei d’Italia accoglie con piacere l’invito dell’Istituto Buddista Italiano Soka Gakkai e il Vicepresidente Ruben Spizzichino, nella sua carica di Consigliere al Dialogo interreligioso, parteciperà alla conferenza stampa del 5 giugno “Appello per la pace”, formulato congiuntamente dal Premio Nobel per la Pace Adolfo Perez Esquivel, vicino a Papa Francesco e al leader buddista della Soka Gakkai Internazionale Daisaku Ikeda.

Mercoledì 6 giugno inoltre Esquivel e il figlio di Ikeda, Hiromasa, in rappresentanza del padre, incontreranno i giovani per poter condividere e affidare loro l’appello.

L’evento è aperto a tutti.

Vi aspettiamo numerosi all’Ex Dogana, Viale dello Scalo S. Lorenzo 10, Roma dalle ore 19:30.

È gradita la conferma a info@ugei.it


Consiglio UGEIConsiglio UGEI16 maggio 2018

2min1360

Di fronte a quanto sta accadendo in questi giorni a Gaza siamo convinti sia necessario mantenere una visione quanto più obiettiva possibile e riconoscere il ruolo che Hamas ha ricoperto e ricopre nell’organizzare le manifestazioni violente. Incitamenti all’odio verso Israele, tentativi di infiltrarsi nel territorio israeliano, auspicio a portare con sé coltelli e pistole, utilizzo di civili come scudi umani: queste le tattiche (di una organizzazione riconosciuta come terroristica!) per proteggere i propri interessi e negare al contempo il diritto di Israele ad esistere.

Quanto succede a Gaza è quanto mai doloroso. Non si tratta di negare la critica politica, ma di distinguere chi davvero desidera la pace da chi invece esporta odio e guerra, distinguere chi invece di guidare il proprio popolo verso il progresso, lo relega al passato, chi invece di proteggere i più deboli, grida e appicca il fuoco dell’intolleranza.

Condanniamo fortemente le strategie perverse e deplorevoli di Hamas, e auspichiamo vengano cessate al più presto.

Consiglio UGEI 2018

 

 

 


Fonti:
Hamas official: 50 of the 62 Gazans killed in border violence were our members
Viral social media post on Palestinian social media
Their message is clear.
European Parliament resolution on the situation in the Gaza Strip

Consiglio UGEIConsiglio UGEI25 aprile 2018

2min1180

L’Unione Giovani Ebrei d’Italia ha partecipato con grande orgoglio alla manifestazione del 25 Aprile a Milano e applaude il riconoscimento dato alla Brigata Ebraica dalle autorità nazionali intervenute pubblicamente.

Ad aver preso la parola anche la senatrice a vita Liliana Segre in un intervento video, che ci ha ricordato il bisogno di “non disperdere la grande eredità di quanti hanno sognato questa Italia libera, democratica”, dando così voce alle nostre comunità e riaffermando l’importanza della nostra presenza.

Siamo invece estremamente rammaricati riguardo quanto successo alla Risiera di San Sabba, dove il rabbino Alexander Meloni è stato accolto da fischi e urla pro-palestinesi, ed è stato così forzato a lasciare la platea. In un giorno di commemorazione della resistenza, di ciò e di chi ha reso l’Italia un paese libero dalla dittatura fascista, non possiamo che dissentire dalla posizione presa dai pro-palestinesi, che ancora una volta si esprimono contro la rappresentanza della Brigata Ebraica e di persone di religione ebraica, anziché posizionarsi contrari solamente alle politiche del governo israeliano.

Ci appelliamo dunque a tutte quelle organizzazioni che non si trovano d’accordo con la presenza della Brigata Ebraica al corteo affinché tengano presente il ruolo di resistenza che alcuni ebrei ebbero durante la seconda guerra mondiale e di accoglierne la presenza anziché svalutarla

Consiglio Esecutivo UGEI 2018


Consiglio UGEIConsiglio UGEI26 gennaio 2018
Torino.jpg

3min980

L’Unione Giovani Ebrei d’Italia con rammarico, sdegno, oltre che rabbia, apprende l’avvenuto svolgimento, il 24 gennaio 2018, dell’evento negazionista “Israele e lo sfruttamento dell’Olocausto”. Siamo esterrefatti sia stato consentito tale evento tra le mura dell’Università di Torino, nonostante gli appelli contrari di vari esponenti delle realtà ebraiche italiane, tra cui il nostro, nei giorni e settimane immediatamente precedenti.

La locandina che invitava a prender parte al convegno mette a confronto inequivocabilmente l’ideologia nazifascista con il sionismo, impregnandosi così, senza mezzi termini, di antisemitismo. Le accuse vergognose, mosse durante la conferenza, infangano e inventano e riscrivono la storia, condite da una patina, nemmeno poco spessa, del complotto demo-pluto-giudaico.

Il tutto, lo ricordiamo, si è svolto in un’aula universitaria. In quello che dovrebbe essere il santuario del sapere.

Il Giorno della Memoria è stato istituito per ricordare i milioni di vittime della Shoah, affinché ogni singola persona venga rispettata e onorata, e affinché non si ripeta mai una tragedia simile. È un giorno sacro, da dedicare alla commemorazione di chi ha perso la vita e alla celebrazione dei sopravvissuti, e aborriamo che venga utilizzato a fini di propaganda antiisraeliana, anzi antisemita.

Ci teniamo a ricordare che il sionismo nacque alla fine dell’800 come movimento collettivo di speranza. Ritenere che esso abbia contribuito allo sterminio degli ebrei durante la Shoah non solo è pericoloso, ma è puro revisionismo storico, è talmente assurdo ed aberrante che ci risulta anche difficile descriverlo a parole.

Ci appelliamo al Magnifico Rettore Gianmaria Ajani affinché si unisca, non solo a parole, al nostro sdegno di fronte a quanto avvenuto e affinché si assicuri che tali eventi non si svolgano più in futuro.

Ci appelliamo al Magnifico Rettore Gianmaria Ajani affinché non permetta che il negazionismo storico sia valorizzato nel suo Ateneo e che i suoi studenti apprendano una volta per tutte il valore della Memoria della Shoah.

La Presidente
Carlotta Micaela Jarach

I Consiglieri
Simone Israel
Alessandro Lovisolo
Alissa Pavia
Giulio Piperno
Luca Spizzichino
Ruben Spizzichino


Consiglio UGEIConsiglio UGEI19 gennaio 2018
Foto-Karol-Wojtyla-CS-354x500.png

1min1200

Riceviamo e diffondiamo il comunicato dell’Associazione internazionale Karol Wojtyla, in merito alla manifestazione tenutasi a Milano nella quale sono stati inneggiati cori antisemiti. Anche noi, in quanto Consiglio UGEI, condanniamo con forza quanto accaduto nelle scorse settimane a Milano e crediamo che tali minacce non possano risultare impunite.

Comunicato Stampa Ass. Wojtyla



UGEI

L’Unione Giovani Ebrei d’Italia coordina ed unisce le associazioni giovanili ebraiche ed i giovani ebrei che ad essa aderiscono.


Contattaci