Bring back our boys

bring back

 

Lo scorso venerdì 13 giugno, poche ora prima del tramonto che segna l’inizio dello Shabbat, le forze di sicurezza israeliane hanno ufficializzato ciò che già tre famiglie avevano drammaticamente intuito: i loro tre ragazzi – Gilad Shaar, 16 anni, Naftalì Frenkel, 16 ed Eyal Yifrach, 19 – giovanissimi studenti di Yeshivà nel Gush Etzion di cui si erano perse le tracce da troppe ore, sono con ogni probabilità stati rapiti da un gruppo terrorista palestinese. Il governo israeliano ha reagito duramente, ma ancora mancano rivendicazioni ufficiali del rapimento e notizie certe sulla sorte dei tre ragazzi.

Segui con noi tutti gli aggiornamenti attraverso questa sezione dedicata, e mantieni alta l’attenzione.
#Bringbackourboys

 

 

Aggiornamenti

Netanyahu: “Mi aspetto che il presidente dell’ANP si adoperi per riportare a casa i tre ragazzi rapiti e arrestare i responsabili.”

Link Yedihot Ahronot

Link Haaretz

Binyamin Gantz (Capo di Stato Maggiore Generale): “Affronteremo una operazione massiccia per ottenere il nostro obiettivo di riportare i tre ragazzi rapiti a casa.”

Link

 


«

»