Comunicato Apcom su Gilad

Domani luci spente al Colosseo per chiedere liberazione Shalit

Domani luci spente al Colosseo per chiedere liberazione Shalit Domani luci spente al Colosseo per chiedere liberazione Shalit Iniziativa Alemanno-Pacifici, presente padre soldato israeliano Roma, 23 giu. (Apcom) – Domani le luci del Colosseo saranno spente per chiedere la liberazione del soldato israeliano Gilad Shalit, a quattro anni dal suo rapimento. L`appuntamento è quindi per giovedì 24 giugno, alle 21.30, all’ingresso dall`Arco di Costantino. Lo comunicano il sindaco di Roma, Gianni Alemanno, e il presidente della Comunità ebraica di Roma, Riccardo Pacifici, che hanno promosso l’iniziativa, alla quale sarà presente anche il padre di Shalit. Alla mezzanotte israeliana, le 23 in Italia, le luci del Colosseo verranno spente per chiedere l`immediata liberazione del soldato israeliano prigioniero di Hamas, rapito il 25 giugno 2006 durante una missione di pace in territorio israeliano. La manifestazione, alla quale sarà presente il padre di Gilad, è promossa dalle associazioni giovanili Benè Berith Giovani e Ugei (Unione Giovani Ebrei Italiani) per un loro coetaneo. “All`evento sono invitati tutti i cittadini”, commentano Alemanno e Pacifici, sottolineando che “l`obiettivo è quello di unire le forze e sensibilizzare l’opinione pubblica per riportare Gilad a casa, nonché per rilanciare il processo di pace in Medio Oriente”. Red/Cro 23-GIU-10 17:09 NNNN


«

»