Comunicati UEJB (Belgio) sulla flottilla

UEJB Belgio
Dopo l’incidente che si è verificato tra la marina israeliana e gli attivisti della nave Mavi Marmara, noleggiata dall’organizzazione turca IHH vicina ad Hamas, l’Unione degli Studenti Ebrei del Belgio (UEJB) si è allarmata per l’importazione irresponsabile del conflitto arabo-israeliano nel nostro spazio pubblico.Al riguardo l’UEJB deplora l’affissione di manifesti incitanti all’odio dello stato ebraico sui muri dei nostri campus universitari.

L’UEJB si è preoccupata per la manifestazione “improvvisata” davanti all’ambasciata dello Stato d’Israele promossa per il sostegno dei gruppi terroristici di Hamas, Hezbollah e Jihad islamica nella loro guerra santa di annientamento dello Stato Ebraico.

L’UEJB denuncia la partecipazione di Mahinur Ozdemir (CdH) e di Jamal Ikazban (PS) a questa dimostrazione d’odio ed è indignata per la strumentalizzazione ai fini elettorali di questo incidente avvenuto a 4000 km dalle nostre frontiere.

L’UEJB ricorda che lo stato d’Israele è una democrazia obbligata al rispetto del diritto internazionale anche quando è provocato, come lo è stato in questo caso, dai militanti della presunta flottiglia della libertà.

L’UEJB richiama la classe politica, mediatica e accademica alla moderazione.


«

»